Development

LIDIA E GUSTAW

Scarica il pdf

Nel 1944, Lidia Croce, figlia del filosofo Benedetto Croce, una delle figure di spicco della cultura e politica italiana, si innamorò di Gustaw Herling Grudziński, un soldato polacco sulla strada per il fronte di Montecasino. Un "pellegrino della libertà", che in seguito divenne uno dei più influenti scrittori polacchi in esilio del XX secolo. Dal campo di battaglia di Montecassino Lidia e Gustaw si scrissero lettere d'amore appassionate.

 Verso la fine della guerra, tuttavia, i loro destini si separarono per rincontrarsi solo molti anni dopo, nel 1952.

Gustaw Herling Grudziński, è considerato in Polonia uno dei più importanti scrittori europei del 20 ° secolo. Recentemente a Napoli si è svolto il Festival Herling e i Meridiani Mondadori hanno ripubblicato una selezione importante delle sue opere. il Parlamento polacco ha dichiarato “il 2019 l’anno di Gustaw Herling Grudziński” e quindi si sono svolti vari convegni, tra cui uno anche a San Pietroburgo.
Gustaw è nato in Polonia nel 1919 ed è stato incarcerato nei Gulag sovietici all'età di 20 anni. Fu soldato a Montecassino, durante una delle battaglie più cruente della seconda guerra mondiale,  fu redattore di Radio Free Europe a Monaco di Baviera,  radio espressione della guerra fredda, fu co-fondatore di "Kultura", la rivista più importante della dissidenza polacca, nata a Roma e poi trasferita a Parigi. A soli 32 anni divenne autore del bestseller  "Un mondo a parte" . Visse a Napoli in esilio per 45 anni.
In questo documentario intrecciamo una letteratura d’eccellenza, storie intime e personali e importanti opere d'arte in modo poetico e plastico sullo sfondo della grande storia del ventesimo secolo e sullo sfondo della cultura e tradizione napoletana, che Gustaw capisce e reinterpreta.
Attraverso gli occhi di Gustaw Herling abbiamo l'opportunità di riscoprire una Napoli straordinaria, patrimonio artistico e culturale dell'umanità.

 

Gallery

Non ci sono Foto